legge dell'attrazione
Il potere dei pensieri

Cos’è la legge dell’attrazione: io divento quello che penso

on
Agosto 23, 2019

La legge dell’attrazione è una delle leggi fondamentali dell’Universo e stabilisce che  “due cose simili si attirano e si amplificano, [mentre] due cose differenti si respingono.”

Per capire a fondo il messaggio dobbiamo comprendere il concetto di risonanza e ricordare che in natura nulla si trova veramente allo stato solido ma tutto vibra, tutto è composto da energia.

Quando si preme il tasto di un pianoforte, per esempio, il martelletto di legno collegato al tasto colpirà la corda e dalla vibrazione che ne risulta nascerà un suono.

Quando diversi suoni hanno delle frequenze compatibili il risultato sarà armonia, mentre quando le frequenze non sono compatibili ci sarà disarmonia.

legge dell'attrazione
legge dell’attrazione

La legge dell’attrazione nei pensieri

Così come le corde di un pianoforte vibrano a delle specifiche frequenze e possono creare disarmonia, anche i nostri pensieri vibrano a delle specifiche frequenze e possono creare uno stato di agitazione.

Ogni pensiero è dunque come una nota che, seppur in modo non percettibile all’udito, si propaga all’esterno andando a “solleticare” pensieri con frequenze simili. 

Seguendo il principio della risonanza e la legge dell’attrazione, se le nostre corde interne (i nostri pensieri) vibrano a una bassa frequenza attireremo situazioni e persone con basse frequenze.

Se invece le nostre corde vibrano a una frequenza alta, attireremo a noi tutto ciò che vibra a frequenze simili.

Intuitivamente, i pensieri positivi sono le corde che sprigionano le vibrazioni più alte, mentre quelli negativi sprigionano le vibrazioni più basse.

legge dell'attrazione

Legge dell’attrazione nella vita reale

È facile osservare gli effetti della legge dell’attrazione nella vita di tutti i giorni.

I pensieri negativi appesantiscono, letteralmente, le giornate, portano a non voler fare niente, a non avere energia o non voler stare vicino a chi vibra a frequenze più alte delle nostre.

Al contrario, quando si è sorridenti, solari, si attira la simpatia degli altri, si emana energia positiva e si viene in contatto con chi condivide la stessa frequenza.

È questo il risvolto concreto della legge dell’attrazione:

Pensieri che portano le frequenze della gioia e dell’amore attirano gioia e amore; pensieri che portano le frequenza della rabbia e dell’odio attirano altra rabbia e altro odio.

L’Universo contiene tutte queste frequenze, come se fosse un immenso pianoforte con miliardi di corde e miliardi di vibrazioni diverse, dalle più basse alle più alte.

Siamo noi a scegliere su quale corda vibrare.

Possiamo concentrarci su tutto quello che c’è di sbagliato e tragico in noi stessi e nel mondo, o possiamo decidere di scovare il bello nelle cose e nelle persone.

legge dell'attrazione

Leggi anche: Cosa succede quando si impara ad ascoltare il cuore

La risonanza parte dall’interno

Chiunque di noi detiene dentro di sé la gamma completa di tutte le frequenze possibili e immaginabili: c’è la frequenza della gratitudine e quella dell’indifferenza, quella della gelosia e dell’amore, della paura e del conforto.

Ognuna di loro ha un effetto fisico ben preciso e la loro vibrazione riverbera prima dentro di noi e poi all’esterno.

Pensa agli effetti dei pensieri di ansia, a come la preoccupazione può accelerare il battito cardiaco, a come la sofferenza psicologica può provocare malesseri e malattie dell’organismo.

Adesso pensa a come ti senti quando sei pieno di gioia, a come ti appare il mondo quando sei felice, quando sei piena di fiducia.

E noterai facilmente che, in entrambi i casi, il benessere interiore rende la realtà che ti circonda meno cupa e opprimente, mentre il malessere interiore ha l’effetto opposto.

In sostanza, tutto quello che ci passa per la mente condiziona prima il nostro stato d’animo e poi il nostro mondo, e ciò accade perché i pensieri non sono solo parole che passano per la mente, ma hanno una forza.

Essi portano con loro un messaggio emotivo preciso, un messaggio che può essere ascoltato attraverso un linguaggio non-verbale, attraverso quello che spesso viene comunemente chiamato intuito, istinto o sentore.

Grazie alla legge dell’attrazione e alla risonanza dei pensieri siamo dunque connessi con gli altri, interagiamo con l’esterno a un livello che va al di là delle parole espresse.

Questo livello di comunicazione detterà la direzione della nostra vita più di quanto possiamo immaginare, farà si che le persone si fidino di noi o ci rifiutino, farà sì che ci diano opportunità o che ce le neghino.

La legge dell’attrazione ci porta ad attirare a noi quello che pensiamo perché, anche se non ce ne rendiamo conto, i nostri pensieri vanno oltre la nostra mente, arrivano agli altri influenzando la percezione che hanno di noi.

legge dell'attrazione
legge dell’attrazione e risonanza dei pensieri

Legge di risonanza e principio di unità

La legge di risonanza accade in quanto tutto nell’universo è suono, tutto è vibrazione, compreso il nostro corpo, compresa la nostra mente.

Non è un principio metafisico, ma una vera e propria scienza, una scienza che conferma il principio di unità tra uomo e natura, tra piano mentale e fisico.

La mente è uno col corpo, l’uomo è uno con altri uomini, e gli uomini sono uno con gli animali, con gli elementi e gli alberi e le piante.

Ed essere uno vuol dire avere la possibilità di comunicare, di influenzare, di cambiare le cose, come ha dimostrato Masaru Emoto nei suoi esperimenti dell’acqua.

Lì è emerso che il pensiero negativo distrugge, fisicamente, mentre il pensiero positivo crea, guarisce, porta buona salute.

Quest’ultimo è di solito intriso di amore e fiducia, mentre il primo porta con sé paura, la fiducia in una qualche forma di separazione che porta a temere il diverso, ciò che non si conosce.

Per concludere, la legge dell’attrazione ci mostra come le idee siano veri e propri impulsi elettromagnetici con il potere di influenzare l’organismo e il mondo che ci circonda.

Per trarre vantaggio dalla legge e attirare a noi quello che desideriamo bisogna cambiare la struttura dei pensieri , sintonizzarsi con frequenze che combaciano con i nostri desideri più profondi.

Sembra un processo fantascientifico, eppure è una delle nostre inclinazioni più naturali quella del pensare a quello che vorremmo, di immaginare scenari migliori.

In fondo, l’uomo è uomo perché pensa, e l’uomo diventa un dio quando usa il suo pensiero per dare vita alla bellezza che ha dentro.

Per approfondimenti:

Leggi su Amazon
TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Libro
Cerca
Pubblicità