resilienza psicologica
Psicologia

Resilienza psicologica, cos’è e come svilupparla

on
Giugno 19, 2019

La prima volta che ho sentito parlare di resilienza psicologica non avevo idea di che cosa si trattasse ma intuii subito quanto fosse importante per me svilupparla in quel particolare momento della mia vita.

Mi trovavo in California, lavoravo in un ambiente competitivo come quello della musica e mi sentivo spesso atterrato dalle difficoltà di una vita lontana dalla famiglia e dai continui ostacoli di percorso.

resilienza psicologica

Caratteristiche di chi (non) ha resilienza psicologica

Lo ammetto, ai tempi non avevo nessuna resilienza psicologica: mi scoraggiavo facilmente; ogni errore, per quanto minuscolo, mi faceva arretrare e c’erano volte in cui non avevo la forza di scrollarmi la paura di dosso e presentarmi alla prossima audizione.

Non avevo ancora nessuna delle abilità di una persona resiliente:

  • non sapevo cambiare prospettiva per re-inquadrare una particolare situazione difficile;
  • non sapevo dare il giusto peso alle sconfitte;
  • non ero in grado di trasformare i fallimenti in motivazione a fare meglio;
  • non sapevo trasformare lo sconforto in empatia per me stesso e per gli altri;
  • non sapevo superare la rabbia per i miei errori;
  • non ero in grado di lasciar andare il risentimento e il senso di colpa.

La maggior parte di coloro che hanno compiuto qualcosa di grande, a Hollywood o da qualsiasi altra parte, ti racconteranno una storia che racconta tutto l’opposto di quanto ti ho appena condiviso.

Ti diranno che hanno lavorato tanto, sudato tanto, che hanno dovuto superare le sconfitte e trovare la motivazione dai fallimenti, che hanno dovuto lottare contro situazioni impossibili e imparare a perdonare i propri errori.

E, anche se non useranno la stessa parola, potrai stare sicuro che sarà stata la loro resilienza a spingerli verso la meta.

Perché niente che abbia vero valore arriva in modo semplice e indolore, e senza resilienza si possono raggiungere solo obiettivi facili, come se si scegliesse di arrivare a una particolare destinazione evitando le salite.

Diventare resilienti equivale dunque ad aumentare la potenza del nostro motore mentale, ci permette di arrivare più in alto percorrendo rapidi pendii e curve pericolose.

Non ci sarebbe sfida altrimenti, non ci sarebbe soddisfazione.

Se tutte le cose più belle della vita arrivano con un certo livello di sforzo e sacrificio, la resilienza psicologica è la chiave per evitare che questo sforzo e questo sacrificio ci atterrino impedendoci di ottenere ciò che vogliamo.

Resilienza significato  

Rielaborando quanto già detto in parole povere:

La resilienza psicologica è la capacità di affrontare le difficoltà senza scoraggiarsi troppo, e di perseguire i propri obiettivi a discapito di errori e fallimenti. 

Nota bene: non conta molto la natura o lo spessore di questi obiettivi. 

La resilienza potrebbe appartenere all’aspirante attore che va a vivere all’altro capo del mondo per inseguire il suo sogno come alla casalinga che ogni giorno deve destreggiarsi tra faccende di casa, mariti assenti e figli disordinati. 

Le difficoltà che affrontiamo non sono assolute

Ognuno di noi ha la propria montagna da scalare, e ognuno di noi diventerà tanto più resiliente quanto imparerà ad aver sempre meno timore di questa montagna. 

  • Hai paura di non riuscire a laurearti? 

La resilienza per te sarà la capacità di studiare e presentarti a ogni sessione d’esame anche se non credi di potercela fare.

  • Hai paura di non essere abbastanza preparato per il mondo del lavoro? 

Sviluppare la resilienza per te vorrà dire inviare curriculum e presentarti ai colloqui anche dopo essere stato rifiutato o ignorato. 

  • Vorresti trovare il coraggio di vivere all’estero ma non sai parlare la lingua? 

Sviluppare la resilienza ti aiuterà ad affrontare le tue paure un poco alla volta, fino ad arrivare al passo decisivo.

In sostanza, la resilienza è la nostra arma principale contro tutto quello che di difficile e scomodo c’è nella vita. 

Potremmo scegliere di evitare il difficile e lo scomodo, è vero. 

Ma cosa risolveremmo?

Chi non ha il coraggio di andare avanti nella vita non può far altro che fermarsi o tornare indietro.

Questo vuol dire non avere resilienza, rimanere fermi o bloccati, perché è pressappoco impossibile non incontrare imprevisti in tutto quello che si tenta di fare, non avere difficoltà o delusioni nelle relazioni e nel lavoro.

Chi non ha resilienza psicologica dovrebbe dunque affidarsi continuamente ad aiuti esterni ogni volta che la sua barca si capovolge. 

E ciò potrebbe essere un inconveniente nel tempo perché, cosa facciamo se il problema che abbiamo di fronte non può essere risolto da ne nessun altro che da noi stessi? 

Quando siamo piccoli ci affidiamo ai nostri genitori per risolvere ogni cosa.

Da grandi diventiamo noi i genitori di noi stessi: se siamo propriamente maturi, sappiamo consolarci e tirarci fuori dai guai; sappiamo imparare dagli errori ed evitare di rifarne altri.

Essere resilienti è allora un po’ come essere più grandi di quanto pensiamo, un po’ come saper fare da madre e da padre a sé stessi.

resilienza psicologica

Leggi anche: Cos’è l’ego e perché è importante distaccarsene

Come sviluppare la resilienza psicologica, la tecnica del re-framing

Adesso che abbiamo capito cos’è e cosa comporta la resilienza psicologica, proviamo a capire come svilupparla.

La tecnica più efficace per allenare la resilienza, a mio avviso, è quella del reframingovvero del re-inquadramento. 

Quando un evento negativo o una situazione difficile ci scoraggiano, o quando mollare sembra essere la scelta più semplice, si ha la possibilità di guardare tutto sotto una prospettiva diversa. 

Se ci pensi bene, ti renderai conto che non sono tanto le cose che ci accadono a procurarci stress, ma è il significato che gli diamo. 

Potrei abbattermi perché ho perso il lavoro per esempio, oppure potrei vedere lo “sfortunato” evento sotto un altro punto di vista. 

Potrei apprezzare il fatto che ho più tempo da passare in famiglia o che posso finalmente finire quel corso che mi interessava tanto.

Il trucco è trasformare le avversità in opportunità. 

Adesso potresti dire che è solo un modo per illudersi o la solita solfa rosa e fiori da Pollianna, ma chi ti dice che la vera illusione non era invece nel pensare alla perdita del lavoro come a una tragedia

Chi dice che gli aspetti negativi debbano essere sempre più reali di quelli positivi? 

Il segreto sta nel raggiungere il giusto equilibrio.

Se vedi tutto come negativo ti sarà molto difficile sviluppare la resilienza psicologica perché non troverai nessun motivo per andare avanti. 

Dall’altro lato, se impari a re-inquadrare, a trovare la prospettiva che ti permette di vedere meglio il lato positivo della situazione, la resilienza, cioè la tua capacità di affrontare l’evento o la situazione difficile, sarà una conseguenza naturale

Leggi anche: Come cambiare la propria vita, 6 consigli

10 Frasi sulla resilienza

La resilienza vuol dire accettare la tua nuova realtà, anche se è peggiore di quella che avevi prima.

Elizabeth Edwards

Se il tuo cuore è spezzato, crea dell’arte con i pezzi.

Shane Koyczan

Una cosa bella della vita, una volta che inizi a prendere nota delle cose per cui sei grata, inizi a dimenticarti delle cose che ti mancano.

Germany Kent

Solo le persone forti sono in grado di organizzare la loro sofferenza per fare in modo di sopportare solamente il dolore che è necessario.

Emil Dorian

Davanti alle avversità abbiamo due scelte, possiamo essere amareggiati o possiamo essere migliori. Queste parole sono la mia stella cometa.

Caryn Sullivan

Il successo è il fallimento vanno e vengono, non lasciare che ti definiscano. È ciò che sei veramente che conta.

Kamal Ravikant

Non scoprirai mai il tuo vero potenziale fino a quando non sarai forzato ad andare molto più in là della tua zona di confort.

Tony Dovale

La vita è sempre piena di sfide ma con la pazienza e la resilienza possiamo trasformarle in opportunità di crescita.

Amit Ray

La resilienza non è l’abilità di rialzarsi dopo la caduta, è soprattutto una costante resistenza alla tendenza di mollare.

Janna Cachola

A volte, quando sembra che le cose stiano andando in frantumi, in realtà stanno andando a posto.

Zaid Ismail

Lettura consigliata: La forza della resilienza. I 12 segreti per essere felici, appagati e calmi

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Libro
Cerca
Pubblicità