mindfulness libri
Libri che cambiano la vita

Impara a vivere zen con la Mindfulness: 4 libri consigliati

on
20 Dicembre, 2019

Mindfulness è una parola molto di tendenza ultimamente su cui sono stati scritti diversi libri.

Ma che cos’è, esattamente, la Mindfulness?

In parole semplici, si tratta di una pratica di meditazione buddhista che serve a portare il soggetto alla consapevolezza e all’attenzione verso il momento presente.

È una tecnica utile a non perdere la concentrazione e a mantenere la calma, ma anche a liberarsi da panico, ansie e stress giornaliero.

Una mano santa, insomma, soprattutto per chi va sempre di fretta e ha sempre la testa per aria; o per chi ingigantisce ogni piccolo problema; o per chi si sente sovraccaricata dalle sfide della vita.

Quali sono i benefici della Mindfulness

I benefici della Mindfulness sono stati riscontrati sia in ambito scientifico che psicologico.

Incentrata sul respiro e sulla piena consapevolezza di ciò che accade nella propria mente, essa permette di diminuire la tensione e di abbassare il battito cardiaco.

Gli altri benefici importanti sono:

  • Abbattimento del livello di cortisolo, l’ormone associato allo stress;
  • Abbassamento della pressione sanguigna;
  • Aumento delle difese immunitarie;
  • Miglioramento della depressione e dell’ansia;
  • Rallentamento del declino cognitivo legato all’età;
  • Aumento della consapevolezza e attenzione.

Con questo non si stanno promettendo miracoli e non si sta dicendo che la Mindfulness sia la soluzione di tutti i problemi.

I benefici menzionati sono risposte fisiologiche naturali alla diminuzione dello stress che, a sua volta, è causa diretta di deterioramento fisico e mentale.

La conseguenza principale per chi pratica Mindfulness con regolarità è la ritrovata calma e un miglioramento del rapporto con sé stessi che, a sua volta, favorisce il miglioramento della salute.

I benefici a livello di pressione sanguigna e difese immunitarie, quindi, sono semplicemente il risvolto naturale di una migliore qualità della vita.

Leggi anche: Filosofia buddhista, principi fondamentali e utilizzo pratico

Mindfulness : 4 libri importanti da leggere

Sono ormai tantissimi i libri che riguardano la mindfulness e da cui si può davvero imparare ad allenarsi e vivere meglio.

Trovare i migliori è stato difficile ma alla fine ne ho selezionati 4:

1. Guarisci te stesso, lezioni di Mindfulness

Saki Santorelli, uno dei padri fondatori della mindfulness, esprime in questo libro tutto quello che c’è da sapere per restare nel presente senza giudicare.

Il testo è scritto come una poesia e non come un manuale, il che lo rende molto più piacevole.

Messaggio unico e bellissimo: dentro ogni guaritore c’è un ferito e dentro ogni ferito c’è un guaritore.

Ogni persona è integra, nessuno è incompleto, e tutto quello che serve per guarire e stare meglio è già dentro di noi.

mindfulness libri: guarisci te stesso copertina
Ordina su Amazon
Ordina su Mondadori store
Ordina su IBS

2. Focus. Come mantenersi concentrati nell’era della distrazione

Scritto da Daniel Goleman, uno psicologo, scrittore e giornalista statunitense, specializzato in psicologia clinica e sviluppo della personalità.

Questo libro descrive l’attenzione come una risorsa preziosissima in un mondo troppo pieno di distrazioni.

Racchiude perfettamente lo spirito della Mindfulness pur non essendo un testo che la tratta esplicitamente.

Il messaggio chiave è che allenando il “muscolo” dell’attenzione possiamo contrastare le tensioni della vita e lasciare spazio alla produttività e creatività.

Ordina su Amazon
Ordina su Mondadori Store
Ordina su IBS

3. Zen in the city. L’arte di fermarsi in un mondo che corre

 Scritto da Paolo Subioli, contiene una divertente storia zen che racconta di un uomo a cavallo che galoppa alla velocità della luce.

Quando un tale gli grida, “Dove stai andando?” l’uomo risponde, “Non lo so, chiedilo al cavallo!”.

Il cavallo in questione è una metafora della nostra società che ci fa correre sempre di più senza sapere dove stiamo andando.

Ma l’autore pone una soluzione al problema, l’integrazione della mindfulness nella vita digitale e metropolitana.

Prendendo spunto dall’insegnamento dei più importanti maestri zen, come Thich Nhat Hanh, il libro introduce il tema del “karma digitale” e propone un’ampia scelta di esercizi pensati per chi vive in città – dalla meditazione al semaforo a quelle in metropolitana, in ufficio o al parco pubblico.

Ordina su Amazon
Ordina su Mondadori Store
Ordina su IBS

4. La pratica della consapevolezza in parole semplici

Uno tra i migliori libri sulla mindfulness, del monaco buddista Henepola Gunaratana, che tiene corsi di buddismo, conduce riti di meditazione e conferenze in svariati paesi del mondo.

Qui l’autore chiarisce una volta per tutte il mondo della meditazione, del buddismo e della mindfulness.

Comunemente si crede che per far funzionare le cose basti sedersi a terra con le gambe incrociate e restare in silenzio per qualche minuto.

La meditazione, in realtà, è qualcosa di molto più profondo e intimo e va spiegato e compreso al meglio.

Per questo nasce questo libro, scritto come un manuale, ma nel modo più limpido, trasparente ed amichevole possibile.

Inizia con lo spiegare la vipassana, per poi approfondire tutte le tecniche di meditazione in ogni aspetto: posture, respirazione, meditazione camminata, concentrazione e consapevolezza.

Ordina su Amazon
Ordina su Mondadori Store
Ordina su IBS

Leggi anche: Qual’è il senso della vita, l’illuminante risposta di Alfred Adler

Un esempio di esercizio di Mindfulness

Nei libri di Mindfulness viene spesso menzionata l’importanza di fare tutto con la più profonda attenzione.

Che sia ascoltare musica o pulire il pavimento, quando ci perdiamo in un’attività e la facciamo con partecipazione viviamo nel momento e rallentiamo il tempo.

E rallentando il tempo tutto diventa più semplice e, al tempo stesso, meno banale.

Grazie alla mindfulness si può imparare ad apprezzare veramente la bellezza che c’è intorno a noi.

Ci sono esercizi di osservazione in cui si impara a guardare oggetti di tutti i giorni come se fosse la prima volta.

O esercizi di consapevolezza sensoriale in cui ci si ferma ad apprezzare odori e sensazioni del tatto.

L’esercizio di Mindfulness più classico è però quello della respirazione.

Non serve una preparazione particolare, per farlo basta stare seduti, o in piedi, per almeno un minuto, e seguire i seguenti step:

  1. inizia a respirare lentamente, lasciando trascorrere almeno sei secondi tra ogni respiro;
  2. Inspira con il naso ed espira con la bocca, lasciando che l’aria entri ed esca in modo naturale dal tuo corpo;
  3. Lascia che i pensieri vadano e vengano senza preoccuparti troppo di quello che devi fare dopo;
  4. Ogni volta che ti distrai, ritorna a osservare il respiro e a concentrarti sull’aria che entra ed esce;
  5. Muovi la tua attenzione sul battito del cuore, vedi se riesci a sentirlo nel petto, immagina di vederlo rilassato;
  6. Fa lo stesso con il resto del tuo corpo, dalle dita dei piedi alla punta dei capelli, tenendo ferma nella mente l’idea che tutto sia calmo, in uno stato di calda quiete.

Ecco cos’è la Mindfulness, nella sua estrema e pratica semplicità.

Così come lo stress e l’ansia accorciano il respiro e ci privano di serenità, riportare l’attenzione al respiro diminuisce l’ansia e lo stress perché ci permette di accedere alla primordiale forza vitale che è in ognuno di noi.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT