relazioni interpersonali
Psicologia Relazioni

Come migliorare le relazioni interpersonali e aumentare la propria intelligenza emotiva

on
Giugno 2, 2020
Condividi

Con la gestione delle relazioni interpersonali si conclude l’allenamento delle 4 competenze di intelligenza emotiva.

Le relazioni con i colleghi di lavoro, i familiari e gli amici si fondano sulla consapevolezza sociale e il rispetto dei bisogni altrui, senza i quali affioreranno facilmente dissidi e fraintendimenti.

Le seguenti strategie fanno parte del percorso di allenamento previsto dal libro Intelligenza Emotiva 2.0 inteso a sviluppare appieno il potenziale tramite il miglioramento delle capacità intra-personali inter-personali.

Troverai la spiegazione approfondita delle componenti principali dell’intelligenza emotiva in questa guida.

15 strategie per migliorare le relazioni interpersonali

1. Sii aperto e curioso 

Essere aperti vuol dire condividere sé stessi con gli altri, non aver paura di svelare insicurezze e di mostrarsi vulnerabili. 

Essere curiosi invece vuol dire dare il beneficio del dubbio ed evitare di etichettare, di ridurre le persone che incontriamo a delle categorie sulla base di quello in cui credono o che fanno.

Ogni individuo è molto di più della sua appartenenza politica o religiosa. 

Siamo esseri complessi e pieni di contraddizioni, dopo tutto, e dietro ognuno di noi c’è una storia da raccontare.

Tratta ogni relazione interpersonale con l’animo di chi è disposto a scoprire questa storia e non con l’animo di chi pensa di averla già letta.

2. Migliora il tuo stile comunicativo 

Come comunichi con le persone? Preferisci scrivere, chiamare, parlare di presenza? 

Ti piacciono le conversazioni brevi o ti piace passare ore a discutere di un argomento? 

Considera il modo specifico in cui comunichi, che può essere aggressivo, timido, contorto, semplice, diretto.

Quando parli con qualcuno dici chiaramente cosa provi o ci giri intorno? Come vieni recepito di solito dagli altri? 

Queste sono domande essenziali a cui rispondere per poter poi migliorare il proprio stile comunicativo. 

Interrogati sugli aspetti della tua comunicazione che non vengono recepiti favorevolmente dagli altri e poi prova a pensare a cosa potresti fare di diverso. 

Leggi anche: Identikit di un amore non corrisposto

3. Non dare segnali contrastanti 

Essere chiari con la propria parola è un prerequisito fondamentale per ottenere la fiducia altrui. 

Dì chiaramente cosa pensi e cosa vuoi, per evitare di sembrare insicuro ma anche per evitare di restare deluso quando la tua volontà viene fraintesa. 

4. Ricordati delle piccole cose che fanno la differenza

Non ci facciamo nemmeno caso a volte, eppure basta un “grazie” o “buona sera” o “mi dispiace” per avere un impatto positivo sulle persone. 

In quei preziosissimi frangenti in cui si formula un’impressione di chi abbiamo davanti, un sorriso o un po’ di sincera cordialità può fare la differenza. 

E poi ricorda, non sai mai chi ti potrà capitare davanti un giorno, quindi è sempre meglio sviluppare l’abitudine di essere gentili con tutti. 

5. Accetta bene il criticismo costruttivo

Ci sono due tipi di criticismo, quello distruttivo, fatto da chi non ha a cuore la tua crescita e parla solo per mostrare la sua superiorità, e quello costruttivo che viene invece fatto da chi ti vuole del bene.

Il primo tipo di criticismo va ignorato per quanto possibile, evitando di darci troppa importanza o attaccare il mittente. 

Il secondo tipo di criticismo invece va riconosciuto e accettato.

Le critiche sono di solito uno spunto perfetto per litigare e adottare atteggiamenti altamente lesivi come quelli passivo-aggressivi. 

Se invece si mette l’orgoglio da parte e si ascolta ciò che l’altro ha da dire possono avere l’effetto opposto, di solidificare il livello di fiducia nelle relazioni interpersonali.  

Leggi anche: La solitudine oggi, da dove nasce, cosa comporta e come si può combattere

6. Costruisci la fiducia 

Altri modi di costruire la fiducia sono il mantenere la parola data e l’essere disponibili a condividere le verità più intime.

Con un po’ di pazienza questa fiducia si trasformerà nel tempo in affidabilità e connessione. 

E sono le persone di cui ci possiamo fidare che rappresentano la vera ricchezza della vita. 

7. Riconosci le emozioni altrui 

Riconoscere le emozioni degli altri è una qualità che fa capo all’empatia e all’ascolto attivo. 

Per farlo non c’è bisogno di fare da specchio agli altri e mostrare loro di stare provando le stesse emozioni.

Pensa a come sarebbe l’assistenza clienti se gli operatori telefonici si arrabbiassero insieme ai chi li chiama o se gli psicoterapeuti si angosciassero per i problemi dei pazienti. 

Le emozioni di uno farebbero da cassa di risonanza per le emozioni dell’altro e il mondo diventerebbe un posto estremamente volubile. 

Per questo serve che qualcuno si elevi dalle emozioni e che le guardi con curiosità e accettazione, che riconosca da dove vengono e che mostri alla persona tutta la sua comprensione. 

Solo così si disinnescano le emozioni, soprattutto quelle negative. 

8. Mostra il tuo interesse 

Così come basta un po’ di cordialità per fare una buona impressione, basta mostrare un po’ di interesse per guadagnare punti di simpatia nelle relazioni interpersonali.

Per rafforzare una relazione importante servono sia le parole che le azioni, come un lungo messaggio sentito, un regalo inaspettato o dei fiori.

Quando sono fatte con tatto le azioni che mostrano interesse vengono ben ricevute e apprezzate. 

9. Spiega le tue decisioni 

Quando prendiamo delle decisioni che hanno un impatto sugli altri e non le spieghiamo alle stesse persone coinvolte rischiamo di farli sentire poco importanti. 

E quando una persona si sente poco importante di solito tende a ritirarsi, difendersi o ad attaccare. 

Per evitare che ciò accada coinvolgi gli altri nei tuoi processi decisionali facendo loro capire che ci tieni al loro punto di vista. 

Leggi anche: Le 100 frasi sull’amore più belle e memorabili di sempre

10. Cerca sempre soluzioni reciproche (win-win solutions) 

Se ti trovi ad avere una discussione con un partner o collega non provare a vincere a tutti i costi. 

Di solito quando la gente percepisce che il tuo intento è avere ragione faranno di tutto per difendersi e non ne uscirete vivi. 

Se invece mostri di avere la sincera intenzione di trovare un accordo e che tieni di più ad avere un buon rapporto che a vincere, saranno più disponibili e aperti nei tuoi confronti. 

Proponi soluzioni che possono migliorare la situazione e che abbiano dei benefici per entrambi, vedrai l’altro non avrà altra scelta che abbassare l’ascia di guerra. 

11. Non arretrare davanti ai confronti 

Non serve a nulla evitare un confronto, specialmente quando riguarda una situazione delicata o ne dipende il destino stesso della relazione.

Non avere paura di avere conversazioni difficili e quando ti capitano affrontale sempre con l’attitudine di chi vuole aiutare a risolverla. 

Evita a tutti i costi i commenti spigolosi e le uscite di scena furiose. 

Seppur ti diano l’illusione di aver avuto l’ultima parola ti assicuro che non durerà molto e, quel che è peggio, se continui per quella strada non farai altro che pregiudicare ulteriormente la relazione. 

12. Allinea i tuoi intenti con le tue azioni 

Se dici a qualcuno di voler fare una cosa, falla. Se prometti che farai una cosa, falla. 

In alternativa, non promettere e non dire.

O al massimo, utilizza il fatto di aver condiviso un intenzione con qualcuno come un fattore di motivazione per portare a termine ciò che ha detto di voler fare.

Così facendo prenderai due piccioni con una fava: avrai mantenuto la parola data e mostrato a te stesso un modo di raggiungere un obiettivo. 

13. Lascia che le persone si sfoghino liberamente

Tutti hanno il diritto di provare emozioni, quindi se ti capita di trovarti nel mezzo di uno sfogo non provare a contrastarlo, negarlo o risolverlo. 

Limitati a essere presente e disponibile.

Ricorda di guardare le emozioni dall’alto e di essere curioso nei loro confronti. 

Vedrai che aumenterai la tua consapevolezza e abilità sociale. 

14. Sii accessibile 

Rendersi accessibili agli altri, nel senso di rispondere alle chiamate o ai messaggi e di dire di sì, è un tratto comune alle persone più socievoli e amate. 

Una persona inaccessibile, che ignora le richieste di attenzione o non fa favori a nessuno, alla lunga finirà per avere meno amici o per non averne affatto.

Chi invece è aperto e disponibile agli altri potrà godere dello stesso trattamento quando sarà lui ad aver bisogno di una porta aperta. 

15. Mettiti al servizio di qualcosa di più grande di te

Per concludere, non potremo mai allenare le nostre abilità sociali se non facciamo parte di una “comunità”, ovvero di un gruppo di persone a cui siamo legati da qualcosa di più che la semplice cittadinanza o cultura.

Che sia il gruppo di persone con cui lavori o l’associazione di cui fai parte, impara a riconoscere le situazioni in cui devi lasciare che siano gli altri a guidare e quando invece è il tuo turno di impegnarti. 

Il mondo non è fatto di satelliti solitari, non potremo mai essere felici e abili socialmente se pensiamo solamente a noi stessi. 

Per questo per crescere come esseri umani bisogna anche provare cosa vuol dire essere uno fra tanti, un pezzo di un insieme con caratteristiche uniche, ma pur sempre eguale agli altri.

Approfondimenti per migliorare le relazioni interpersonali e l’intelligenza emotiva

Ecco dei link utili per continuare la lettura sulle relazioni e l’intelligenza emotiva:

Per misurare il tuo livello di abilità sociale vai al Test online d’intelligenza emotiva.

2 libri per migliorare le relazioni interpersonali

1. Intelligenza emotiva 2.0

intelligenza emotiva

Il 90% delle persone di maggior successo vanta un elevato QE (quoziente emotivo).

Per raggiungere i propri obiettivi nella vita, il QE è due volte più importante del quoziente intellettivo (QI).

I dottori Bradberry e Greaves offrono un programma graduale che permette di aumentare l’intelligenza emotiva e sviluppare appieno il proprio potenziale tramite quattro essenziali capacità: consapevolezza di sé, autocontrollo, consapevolezza sociale e gestione delle relazioni interpersonali.

Formato Kindle

2. Come trattare gli altri e farseli amici

relazioni interpersonali

Le parole che Carnegie suggerisce non sono divagazioni teoriche di un esperto in relazioni interpersonali, né capitoli di un altisonante trattato di psicologia: semplicemente sono consigli che hanno un immediato utilizzo pratico sul lavoro, in casa, negli affari e nei rapporti sociali in genere.

In uno stile colloquiale e piacevole Carnegie dà una soluzione ai problemi di tutti i giorni che nessuna scuola prepara ad affrontare.

Formato Kindle 6,99€

Condividi
TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

online casino malaysiaonline casino malaysiaonline casino malaysiaonline casino malaysiacasino malaysiacasino malaysiacasino malaysiacasino malaysiacasino singapore