cose da fare a casa
Sviluppo personale

15 Cose da fare a casa per migliorare sé stessi e la propria vita

on
Marzo 12, 2020

Quando ci si ritrova a non poter uscire, perché c’è brutto tempo o ci sono pericolose epidemie in corso, si può solo evitare di annoiarsi a morte trovando cose da fare a casa.

Se sei come me sarai una persona che a casa ci sta benissimo: basta avere una buona connessione internet, un abbonamento ad Amazon Prime o Netflix, un po’ di cibo in frigo e qualche libro.

Se invece sei abituato/a ad avere mille impegni e a casa ci stai solo per dormire e mangiare, potresti aver bisogno di alcuni consigli utili a farti avvicinare al mondo di noi pantofolai incalliti.

Cose da fare a casa: produttività vs. relax

Stare a casa non vuol dire soltanto rilassarsi e fare cose passive tipo guardare la TV.

Si può tranquillamente passare tutto il giorno tra quattro mura e riuscire a rimanere in contatto con il mondo mantenendo anche un alto livello di produttività.

E per produttività non intendo solo l’adempimento delle responsabilità lavorative come nei casi di smart working, ma anche lo svolgimento di attività/hobby che portano a migliorarsi (es. imparare una nuova lingua).

Cominciamo dunque dal fare una distinzione netta tra il tempo da dedicare alle incombenze lavorative, quello per le faccende domestiche e familiari, per il relax e lo sviluppo personale.

Ognuna di queste attività richiede diversi livelli di impegno e sta a noi decidere, sulla base dei nostri valori, come e quando farle.

Nell’esempio qui sotto vediamo che il tempo a disposizione viene dedicato in gran parte al lavoro, poi allo sviluppo personale, al relax e alle faccende domestiche.

cose da fare a casa

Un altra persona potrebbe dare priorità allo sviluppo personale senza rilassarsi mai o al relax senza mai lavorare a casa.

La prima cosa che ti devi chiedere, dunque, è

cosa è importante per me?

Dalla risposta a questa domanda potrai iniziare a capire come impiegare il tuo tempo e a cosa dare priorità.

Leggi anche: Come conoscere se stessi, 20 domande utili

15 attività da fare in casa per migliorare se stessi

Come si capisce dal titolo, questo non è un articolo che dà consigli su cosa fare a casa per ammazzare il tempo ma, nello specifico, vuole aiutare a utilizzare meglio la porzione di giornata da dedicare allo sviluppo personale.

Una volta fatto quello che c’è da fare per il lavoro, la casa e la famiglia, hai un’ampia scelta a disposizione per tenerti impegnato/a in modo produttivo:

1. Metti ordine ed elimina il non-necessario

Già in un altro articolo avevo parlato dell’importanza di vivere con poco.

Qui voglio soltanto ribadire che mettere ordine in casa buttando o dando via quello che non serve è anche un modo per favorire la pace mentale e aumentare la produttività.

Anche se non ce ne accorgiamo il disordine fisico che ci circonda crea anche disordine mentale.

Si vive spesso in case che hanno libri mai letti, vestiti mai messi, oggetti inutili che non fanno altro che prendere spazio.

Se allora vuoi fare qualcosa che migliorerà il tuo benessere dedica del tempo a riordinare un ripostiglio, a ripulire la tua scrivania, a sistemare i libri della libreria.

Vedrai che una volta fatto ti sentirai più leggera e avrai più energia da dedicare a una delle prossime cose da fare a casa.

Leggi anche: Il metodo completo per capire cosa fare nella vita ed essere più appagati

2. Segui un corso online

L’online learning (apprendimento online) è un opzione che molti prima di noi non avevano.

Oggi viviamo in un tempo in cui le informazioni sono facilmente accessibili a chiunque e in cui ci si può persino laureare dal divano.

Ecco qui 3 piattaforme che ti permettono di accedere a corsi su varie discipline (dalle lingue straniere al design), con vari livelli di certificazione, spesa e impiego di tempo:

Se vuoi un corso leggero che costa poco e prende poche ore ti consiglio Udemy, per qualcosa di più professionale con certificazioni riconosciute vai su Coursera o Khan Academy.

3. Sviluppa la tua creatività

Ci sono infiniti modi di essere creativi.

Quello che distingue la creatività dalle altre attività è che comporta un coinvolgimento attivo della nostra mente.

Quando facciamo cose creative, tipo scrivere, disegnare o lavorare all’uncinetto, la nostra originalità viene stimolata e le nostre idee chiamate in causa.

Per quelli che amano usare le mani ci sono diversi lavoretti creativi da fare in casa come costruire mensole portaspezie o colorare le chiavi con la cera per renderle riconoscibili.

In più, Youtube è pieno di canali con tutorial di ogni tipo, come quello di 5 minuti creativi.

Per chi invece preferisce fare tutto a computer internet è anche qui pieno di strumenti gratuiti.

Tra le varie opzioni, in siti come Canva puoi creare grafiche e illustrazioni di ogni tipo mentre su OpenOffice puoi scrivere e creare documenti senza bisogno di acquistare un software.

Per i musicisti si può anche fare musica online con AudioSauna o il MusicLab di Google (provatelo è super divertente).

4. Dedicati al tuo benessere mentale e fisico

Tra le attività che promuovono il nostro benessere mentale ci sono la meditazione e lo Yoga, che si possono facilmente fare in casa e che hanno delle ripercussioni molto positive sulla nostra produttività.

Su Youtube ci sono anche diversi canali che offrono sessioni di Yoga gratuite per tutti i livelli (vedi La Scimmia Yoga) e anche video con meditazioni guidate e musica rilassante.

5. Cura una relazione

Casa nostra è il posto perfetto in cui dedicarsi alle persone che amiamo, sia di presenza che per telefono/online.

Passare tempo insieme, parlare e ascoltare sono dei toccasana per qualsiasi relazione e la tranquillità di casa crea le condizioni ottimali per stare bene con gli altri e rafforzare i legami.

6. Guarda un bel film

Sicuramente avrai sentito di piattaforme come Netflix o Amazon Prime.

In siti del genere hai a disposizione una miriade di scelte in fatto di film, serie TV e documentari.

Non tutti valgono la pena di essere guardati ovviamente.

Ma ce ne sono alcuni che hanno il potere di cambiare la tua prospettiva, di emozionarti o di far espandere la tua empatia.

A riguardo mi vengono in mente film che mi hanno fatto crescere come persona, tipo Passengers, Into the wild, Iside Out o Instant Family.

Leggi anche: Amori romantici e cinema, quello che i film non ti dicono sull’amore

7. Leggi un bel libro

Inutile dire quanto sia utile leggere.

Se vuoi che il tuo tempo passato a leggere sia un tempo ben speso seleziona libri che espandono la tua consapevolezza e saggezza.

Io, per esempio, avevo già fatto una lista di romanzi da leggere per comprendere meglio la vita, ma non è detto che lì ci sia quello che fa per te.

Per usare la lettura come strumento di crescita personale non puoi far altro che individuare i tuoi interessi e valori.

Avendo chiari questi ultimi di libri ne trovi a palate online e offline.

Un sito dove ce ne sono molti gratuiti è Liber Liber (dove puoi anche ascoltare audio libri e musica) oltre all’onnipresente Google Play, anche questo pieno di libri a zero o pochi euro.

8. “Ascolta” un bel libro e buona musica

I libri non si leggono solo con gli occhi ma anche con le orecchie.

Su audiolibri.org puoi scaricare quasi 2000 libri in italiano in modo del tutto legale.

Sul sito di Radio 3 puoi ascoltare audio libri, podcast, interviste, e programmi di approfondimento culturale.

Se ti piace la musica e vuoi scoprire nuovi artisti ci sono molte scelte sia gratuite che a pagamento:

9. Impara qualcosa di nuovo

Stare a casa è un’ottima scusa per migliorare le proprie abilità in qualsiasi campo.

Tra le varie attività da fare a casa puoi imparare a:

  • cucinare
  • cucire
  • usare il computer
  • parlare un nuova lingua
  • suonare uno strumento
  • riparare oggetti
  • scrivere
  • dipingere
  • meditare
  • creare un sito
  • creare illustrazioni
  • fare fotografie
  • scrivere poesie
  • fare giardinaggio

10. Sviluppa le tue competenze professionali

Un’altra attività utile da fare a casa è l’aggiornamento delle proprie competenze professionali.

Per farlo si può approfittare di alcune piattaforme di e-learning come quelle summenzionate o trovare altre soluzioni più adatte al proprio caso specifico.

Tra le competenze su cui lavorare ci sono le competenze digitali, tecniche, relazionali, le soft skills e gli aggiornamenti di settore.

Tutto ciò ci può servire a fare meglio il nostro lavoro o ad acquisire nuove conoscenze utili a ricoprire mansioni diverse.

11. Pianifica e Organizza

Non c’è momento migliore dei periodi morti per pianificare le attività dei periodi pieni.

Approfitta del tempo libero per fare una lista delle cose che vorresti fare nel breve-medio e lungo termine e poi identifica tutte le azioni che ti possono portare a raggiungere i tuoi obiettivi.

Mantieni sempre l’attenzione su quello che hai davanti a te e non farti scoraggiare dall’apparente difficoltà delle cose.

Usa un diario o un app come Evernote per organizzare le attività da svolgere.

cose da fare a casa

Leggi anche: Vuoi capire chi sei veramente? Segui questi 7 step

12. Lavora sulla tua autostima

Molte delle attività menzionate portano, indirettamente, ad avere più fiducia in se stessi, ma se è il caso si può anche fare qualcosa di specifico per migliorare la propria autostima.

Il blog Efficacemente contiene ottimi spunti per farlo e anche qui puoi trovare diversi articoli con consigli e dritte.

Personalmente credo che il tempo passato a casa, in solitudine, sia il modo migliore per imparare a convivere con sé stessi, per sviluppare la consapevolezza e scoprire le proprie inclinazioni.

13. Esplora… online

Quando non ho niente da fare passo del tempo a leggere articoli e siti di varia natura.

Non ho uno scopo specifico, lascio che la mia curiosità mi porti a scoprire cose nuove.

Dopotutto questo è uno degli scopi per cui la rete è stata creata: permettere agli utenti di navigare, esplorare, conoscere, entrare in contatto, connettersi.

Ci sono diversi siti che ti aiutano con questo scopo.

Un esempio è Feedly, un “aggregatore di notizie” che ti presenta articoli in accordo con i tuoi interessi.

Un altro è mix.com, uno strumento di ausilio alla scoperta di internet.

14. Guarda una videoconferenza TED Talk

Per chi non lo sapesse, le video conferenze TED sono degli eventi non-profit il cui format è nato negli Stati Uniti nel 1984 ma che vengono tenute in tutto il mondo.

La filosofia dei Ted Talks è riassunta nella formula “ideas worth spreading” (idee che meritano di essere diffuse).

Per tale motivo a salire sul palco sono solitamente personaggi che hanno avuto esperienze straordinarie e vogliono condividere con il pubblico quanto hanno imparato.

Navigando nell’oceano di conoscenza gentilmente offerta dagli oltre 2500 video disponibili, ho selezionati alcuni particolarmente illuminanti o paradigmatici dello spirito del Ted.

15. Ridimensiona le tue priorità, impara a vivere in modo diverso

A concludere la lista di cose da fare a casa c’è una non-attività, nel senso che non è qualcosa che si fa col corpo ma con la mente.

Stare a casa ti consente infatti di ripensare alla vita fuori dalla finestra, a interrogarti sul perché vivi nel modo in cui hai scelto di vivere.

Al momento in cui scrivo l’emergenza Covid-19 ha obbligato decine di milioni di italiani a smettere di lavorare, andare a scuola, vedere i propri cari.

E osservando questo scenario apocalittico non posso non notare due cose:

La prima è che stare a casa crea un disagio a tutti quelli che sono abituati ad avere cose da fare, uffici dove andare, faccende da sbrigare.

La seconda è che, quando le circostanze ce lo impongono, noi esseri umani siamo perfettamente in grado di effettuare cambiamenti radicali al nostro stile di vita.

La domanda quindi mi sorge spontanea: perché non usare il tempo a casa per imparare a vivere in modo diverso?

Perché non usare la nostra capacità di adattamento al cambiamento per creare realtà nuove e più propedeutiche alla felicità?

Il corona virus ci ha mostrato come davanti al rischio per la salute tutto perde importanza, incluso il lavoro che, in tempi normali, riempie e detta il ritmo delle nostre vite.

In tempi come questi, invece, lavorare diventa un accessorio, una cosa non essenziale e minore rispetto alla priorità assoluta dello stare bene.

Se non si sta bene non importa quanto si guadagna, non importa il risultato di un esame universitario e non importa l’andamento del PIL.

Usiamo quindi i periodi di transizione per lavorare su cosa ci fa stare bene mettendo da parte l’ossessione per ciò che ci fa “andare” bene… nel lavoro, a scuola o nell’economia.

Sfruttiamo il tempo che abbiamo a disposizione per capovolgere la scala dei valori e attuare un cambiamento concreto nel nostro mondo interiore ed esteriore.

Questo è un passaggio che si può fare solo se si ha il tempo di fermarsi a riflettere, se non si è distratti da scadenze e impegni ricorrenti e stressanti.

Ed è un cambiamento che può iniziare da ognuno di noi, dalla sicurezza e dalla tranquillità di casa nostra.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT